Skip to content Skip to navigation

Termini & Condizioni Thomson Neff Industries GmbH

Fai click per scaricare il Certificato ISO 9001:2008 di Thomson Neff GmbH >>

Fai click per scaricare le Condizioni generali di vendita Thomson Neff GmbH >>

Fai click per scaricare le Condizioni generali di vendita e fornitura Thomson Neff GmbH >>

 

I. Disposizioni Generali

1. Le presenti Condizioni generali di vendita (GTCS) si applicano a tutte le relazioni contrattuali di Thomson Neff GmbH (in seguito: il Fornitore) con i suoi clienti (in seguito: l'Acquirente). Le GTCS si applicano solo se l'Acquirente è un imprenditore (Unternehmer) (ai sensi della Sezione 14 del Codice Civile tedesco, BGB), un soggetto giuridico di diritto pubblico (juristische Person des öffentlichen Rechts) o una società patrimoniale di diritto pubblico (öffentlichrechtliches Sondervermögen)

2. In particolare, le GTCS si applicano ai contratti di vendita e/o di fornitura di beni mobili (in seguito denominati: le Merci), indipendentemente dal fatto che il Fornitore produca egli stesso le Merci o le ottenga da fornitori (artt. 433 e 651 del Codice Civile tedesco). Le GTCS, con le successive modifiche, si applicano anche come accordo quadro ai futuri contratti con lo stesso Acquirente per la vendita e/o la consegna di beni mobili, senza alcun obbligo da parte del Fornitore di fare ulteriormente riferimento alle GTCS in ogni singolo caso.

3. Le GTCS si applicano in via esclusiva. Qualsiasi disposizione contenuta nelle condizioni generali dell'Acquirente che si discosti dalle GTCS, sia in conflitto con esse o le integri, fa parte del contratto solo se e nella misura in cui il Fornitore abbia espressamente acconsentito alla sua validità. Tale requisito di consenso si applica in tutti i casi, inclusi, senza limitazioni, i casi in cui il Fornitore effettui in maniera incondizionata una consegna all'Acquirente, conoscendo le condizioni generali dell'Acquirente. 

II. Conclusione del Contratto

1. Le offerte del Fornitore sono soggette a modifiche e non rappresentano offerte vincolanti.

2. L'invio di un ordine relativo alle Merci da parte dell'Acquirente è considerato un'offerta contrattuale vincolante. A meno che l'ordine non preveda diversamente, il Fornitore avrà il diritto di accettare tale offerta contrattuale entro quattro settimane dalla ricezione.

3. L'accettazione può essere dichiarata per iscritto (ad esempio, mediante conferma dell'ordine) o mediante consegna delle Merci all'Acquirente. 

III. Prezzi e condizioni di pagamento

1. I prezzi sono franco magazzino ed escludono l'imballaggio e l'eventuale imposta sulle vendite (Umsatzsteuer).

2. Se il Fornitore si è impegnato a svolgere l'installazione o l'assemblaggio, salvo diverso accordo, l'Acquirente, oltre al compenso concordati, sosterrà tutti i costi accessori necessari, inclusi, senza limitazione, le spese di viaggio, i costi per il trasporto di utensili e bagagli personali di persone designate dal Fornitore, nonché le indennità (Auslösungen).

3. Eventuali dazi doganali, commissioni, imposte e altri oneri pubblici sono a carico dell'Acquirente. Il Fornitore non accetta la restituzione di spedizioni o altri imballaggi soggetti alle disposizioni in materia di imballaggio vigenti in Germania (Verpackungsverordnung), che diventano di proprietà dell'Acquirente.

4. I pagamenti devono essere effettuati franco ufficio pagamenti del Fornitore.

5. Le fatture dovranno essere pagate per intero entro 30 giorni. L'acquirente è da ritenersi inadempiente alla scadenza di tale periodo di pagamento. Gli interessi dovranno essere pagati sul prezzo d'acquisto, per la durata dell’inadempienza, ad un tasso dell'8 percento superiore al tasso base (Basiszinssatz), con un minimo del 12 percnto annuo Il Fornitore si riserva il diritto di presentare reclami in relazione alle perdite per insolvenza superiori a tali interessi. Ciò non pregiudica il diritto del Fornitore a richiedere il pagamento interessi di mora (kaufmännischer Fälligkeitszins) a commercianti (Kaufleute) (art. 353 del Codice Commerciale tedesco, HGB).

6. L'Acquirente avrà il diritto alla compensazione dei crediti (Aufrechnung) solo se la sua domanda di ricorso è stata suffragata da una decisione definitiva e vincolante o non è in discussione. Lo stesso vale per il diritto di ritenzione, il cui esercizio valido prevede inoltre che la domanda di ricorso dell'Acquirente debba essere presentata all’interno dello stesso rapporto contrattuale. 

IV. Tempi di consegna; mancata consegna o presa in consegna

1. I tempi stabiliti per le consegne possono essere rispettati solo se tutti i documenti da fornire dall'Acquirente, i permessi e le autorizzazioni necessarie, in particolare per quanto riguarda i programmi, vengono ricevuti in tempo utile e se le condizioni di pagamento concordati e le altre obbligazioni sono soddisfatte dall'Acquirente. Qualora queste condizioni non vengano soddisfatte in tempo utile, il Fornitore avrà il diritto di prolungare i tempi in misura ragionevole, ciò non applicandosi qualora fosse il Fornitore responsabile del ritardo.

2. Se il mancato rispetto dei tempi è dovuto a cause di forza maggiore come una mobilitazione, una guerra, dei disordini civili o eventi simili, ad es. sciopero o serrata, il Fornitore avrà il diritto di prolungare i tempi in misura ragionevole.

3. Se il Fornitore ritarda la consegna, e l'Acquirente può dimostrare di aver subito una perdita risultante da quest'ultimo, l'Acquirente può richiedere un indennizzo dello 0,5% del prezzo per ogni intera settimana di ritardo per la parte non consegnata della spedizione, senza superare il 5% totale. Le richieste di indennizzo per danni dell'Acquirente, dovute a ritardi di consegna nonché a richieste di indennizzo per danni in luogo della prestazione (Schadensersatz statt der Leistung) eccedenti i limiti di cui al comma precedente, sono escluse in tutti i casi di ritardo nella consegna, anche dopo la scadenza di un termine imposto al Fornitore per effettuare la consegna stessa. Ciò non si applica nei casi di cui all'art. XI n. 2.

4. Su richiesta del Fornitore, l'Acquirente dovrà dichiarare entro un periodo di due settimane se intende risolvere il contratto a causa del ritardo nella consegna. Se l'Acquirente non effettua tale dichiarazione entro questo periodo perderà il suo diritto di rescissione.

5. Se su richiesta dell'Acquirente la spedizione o il trasferimento di ordini sono ritardati per più di un mese dalla data di avviso di disponibilità per la spedizione, all’Acquirente stesso potranno essere addebitati, per ogni settimana trascorsa dopo il periodo di un mese, costi di stoccaggio pari all'1% del prezzo degli articoli da consegnare, senza superare il 100% totale. Le parti in causa si riservano il diritto di dimostrare che sono stati sostenuti costi di stoccaggio superiori o inferiori; il costo di stoccaggio a importo fisso va applicato nei confronti di eventuali richieste di indennizzo monetarie più consistenti.

6. Qualora sia stato concordato un diritto contrattuale alla restituzione delle Merci, l'Acquirente dovrà sostenere i costi di imballaggio e spedizione. Il rischio di deterioramento ed eventuale distruzione è a carico dell'Acquirente fino alla ricezione delle Merci restituite. 

V. Consegna, trasferimento del rischio

1. La consegna viene effettuata franco magazzino, che rappresenta anche il luogo di esecuzione (Erfüllungsort). Su richiesta e a spese dell'Acquirente, le Merci potranno essere spedite in un luogo diverso (vendita con spedizione a carico del venditore, Versendungskauf). Salvo diverso accordo, il Fornitore avrà il diritto di decidere il tipo di spedizione (inclusa, senza limitazione, la società di trasporto, il metodo di consegna, l'imballaggio).

2. Il rischio di distruzione e deterioramento accidentale e delle Merci nonché il rischio di ritardi si trasferiranno all'Acquirente anche in caso di spedizione porto franco, come di seguito specificato:

  • in caso di vendita con spedizione a carico del venditore, il rischio si trasferirà alle Merci consegnate al corriere, allo spedizioniere o ad altri soggetti o enti designati per la consegna delle Merci. Su richiesta e a spese dell'Acquirente, la consegna sarà assicurata dal Fornitore contro i rischi standard dovuti al trasporto.
  • In caso di spedizioni che prevedano l'installazione o l'assemblaggio, il giorno della messa in funzione o, laddove concordato, dopo una prova priva di malfunzionamenti.
  • Qualora sia stato concordato un requisito di ispezione e accettazione (Abnahme) delle Merci da parte dell'Acquirente, il trasferimento del rischio avverrà dopo tale ispezione e accettazione. Ferme restando le precedenti disposizioni, si applicano di conseguenza le norme statutarie relative ai contratti di lavoro che richiedono un determinato risultato (Werkvertragsrecht), senza inficiare il disposto dell'art. VI n. 6.

3. Il rischio si trasferirà all'Acquirente se la spedizione, il trasferimento, l'inizio o l'esecuzione dell'installazione o dell'assemblaggio, l'attivazione o la prova sono ritardati a causa di motivi per i quali l'Acquirente è responsabile, o se l'Acquirente non è riuscito a prendere in consegna gli articoli per qualsiasi altra ragione.

4. L'Acquirente non può rifiutare la consegna per via di difetti di piccola entità. La consegna a rate sarà ammessa nella misura in cui ciò sia ragionevole per l'Acquirente. 

VI. Ispezione e accettazione

Se il Fornitore richiede l’ispezione e l’accettazione della consegna, l’Acquirente deve condurre tale ispezione e accettazione entro un periodo di due settimane della consegna. In caso contrario, l'ispezione e l'accettazione saranno considerati come avvenuti, a meno che l'Acquirente non riferisca per iscritto e con precisione, entro tale periodo, difetti o vizi riscontrati; la data entro la quale tale termine deve essere rispettato è la data in cui il rapporto di vizio/errore viene ricevuto dal Fornitore. L'ispezione e l'accettazione devono essere considerati avvenuti anche se la consegna è stata effettuata dopo la conclusione di una fase di prova concordata, ove previsto. 

VII. Riserva di proprietà

1. Il Fornitore si riserva il diritto di mantenere la proprietà sulle Merci vendute fino al pagamento completo di tutti i crediti correnti e futuri del Fornitore derivanti dal contratto di acquisto e da un rapporto di affari in corso (crediti garantiti).

2. Prima del pagamento completo dei crediti garantiti, le Merci soggette alla clausola di riserva di proprietà non potranno essere date in pegno a terzi né potranno essere cedute a titolo di garanzia. L'Acquirente è tenuto a notificare al Fornitore per iscritto e con tempestività se e nella misura in cui terzi abbiano accesso alle Merci appartenenti al Fornitore.

3. L'Acquirente è autorizzato a rivendere e/o modificare le Merci soggette alla clausola di riserva di proprietà, come previsto nell'ambito delle normali attività commerciali. In tal caso, si applicano le seguenti disposizioni aggiuntive.

  • La riserva di proprietà si estende ai prodotti creati in seguito alla modifica, al mescolamento o alla combinazione delle Merci del Fornitore, per l’ammontare del loro valore totale; in tal caso, il Fornitore è considerato il produttore.
  • Se, nel caso della modifica, del mescolamento o della combinazione di Merci di terzi, il diritto di esclusivo di un terzo continui ad esistere, il Fornitore acquisirà la comproprietà in proporzione al valore della fattura delle merci modificate, mescolate o combinate. In tutti gli altri casi, le norme applicabili alle Merci consegnate soggette alla clausola di riserva di proprietà si applicano anche al prodotto creato.
  • A scopo di garanzia, l'Acquirente cede integralmente al Fornitore tutte le rivendicazioni nei confronti di terzi in relazione alla rivendita delle Merci o del prodotto nel caso di (a) e / o nel caso di (b) di cui sopra per l'ammontare della quota di partecipazione del Fornitore. Il Fornitore accetta tale cessione. Gli obblighi dell'Acquirente di cui al comma 2 si applicano anche per quanto riguarda la cessione di crediti.
  • L'Acquirente, oltre al Fornitore, rimarrà autorizzato a far valere il credito di terzi. Il Fornitore si impegna ad astenersi dal far valere il credito di terzi se l'Acquirente continua a rispettare i propri obblighi di pagamento verso il Fornitore e non manca di effettuare il pagamento, se non è stata presentata alcuna domanda di avvio del procedimento di insolvenza nei confronti dei beni dell'acquirente, e se non sussistono altri vizi nella capacità dell'Acquirente di adempiere i suoi obblighi. Tuttavia, il Fornitore può chiedere all'Acquirente di notificare i crediti ceduti e i relativi debitori, di fornire tutte le altre informazioni necessarie per l’applicazione delle disposizioni, di fornire la relativa documentazione e di comunicare ai debitori (terzi) dell'incarico.
  • Nel caso in cui il valore massimo della garanzia superi i crediti garantiti del Fornitore di oltre il 20%, il Fornitore, su richiesta dell'Acquirente, rilascerà garanzie nelle modalità scelte dal Fornitore. 

VIII. Difetti di qualità (Sachmängel) 

1. Le consegne per le quali emerga un difetto di qualità entro un periodo di prescrizione, indipendentemente dalle ore di esercizio, a discrezione del Fornitore, dovranno essere riparate, sostituite o eseguite nuovamente a titolo gratuito a condizione che la causa del difetto esistesse già nel momento in cui il rischio è stato trasferito.

2. I reclami derivanti da difetti di qualità sono soggetti ad un periodo di prescrizione di 12 mesi. Ciò non si applica quando i periodi più lunghi sono prescritti dalla legge ai sensi dei punti 438 (1) n. 2 (edifici e oggetti utilizzati per gli edifici), 479 (1) (diritto di ricorso, Rückgriffsanspruch) e 634a (1) n. 2 (difetti di costruzione) del Codice Civile tedesco, nonché in caso di morte, lesioni personali o danni alla salute o quando il Fornitore viola intenzionalmente o con grossolana negligenza il suo dovere o quando nasconde coscientemente (arglistig) un difetto. Le disposizioni legali relative alla sospensione della scadenza (Ablaufhemmung), alla sospensione (Hemmung) e alla ripresa dei periodi di prescrizione rimangono inalterate.

3. L'Acquirente dovrà notificare al Fornitore qualunque difetto di qualità (incluse, senza limitazioni, consegne sbagliate o insufficienti) per iscritto e con tempestività. Tale notifica non è più da ritenersi "tempestiva" se non viene effettuata entro due settimane; tale termine sarà da ritenersi rispettato se la notifica è stata inviata entro tale periodo.

4. Il Fornitore avrà il diritto di effettuare qualsiasi riparazione a pagamento per specifiche prestazioni (Nacherfüllung) a condizione del pagamento del prezzo dovuto dall'Acquirente. In tal caso, tuttavia, l'Acquirente avrà diritto, ai sensi dell'art. III n. 6 comma 2, di trattenere, in relazione al difetto, una parte ragionevole del prezzo di acquisto. Le notifiche non giustificate d difetti autorizzano il Fornitore ad ottenere il rimborso dall'Acquirente delle spese sostenute.

5. Al Fornitore sarà innanzitutto concessa l'opportunità di effettuare prestazioni specifiche entro un termine ragionevole. Se la prestazione specifica non è riuscita, l'Acquirente avrà il diritto di rescindere il contratto o di ottenere uno sconto sulla tariffa.

6. Non sono possibili reclami derivanti da difetti in caso di piccole differenze dalla natura e dalla qualità convenute (Beschaffenheit), in caso di lievi compromissioni dell’utilità, o in caso di usura naturale o di danno risultante dopo il trasferimento del rischio a causa di trattamento irregolare o negligente, uso eccessivo, attrezzature non idonee, manodopera difettosa, fondazioni inadeguate o da particolari cause esterne non previste nel contratto o da errori di software non riproducibili. Allo stesso modo, sono inoltre esclusi i reclami basati su difetti imputabili a modifiche o lavori di riparazione non corretti effettuati dall'Acquirente o da terzi o alle loro conseguenze.

7. L'Acquirente non ha alcun diritto nei confronti delle spese sostenute per prestazioni specifiche, compresi i costi di viaggio e di trasporto, di manodopera e per il materiale, in cui le spese sono aumentate in quanto gli articoli da consegnare sono stati successivamente portati in un luogo diverso dalla sede dell'Acquirente, a meno che ciò non sia coerente con l’utilizzo previsto.

8. Il diritto di ricorso dellì'Acquirente nei confronti del Fornitore ai sensi dell'art. 478 del Codice Civile tedesco (Rückgriff des Unternehmers) può sussistere solamente nella misura in cui l'Acquirente non abbia stipulato accordi con il suo cliente che eccedano la portata delle norme statutarie in materia di diritti derivanti da difetti. Inoltre, l’art. VIII n. 7 si applica, di conseguenza, al diritto di ricorso dell'Acquirente nei confronti del Fornitore ai sensi dell'art. 478, n. 2 del Codice Civile tedesco.

9. Fermo restando quanto sopra riportato, le disposizioni dell'art. XI (Altre domande di risarcimento danni) si applicano per quanto riguarda le domande di risarcimento danni. Qualsiasi altro reclamo dell'Acquirente nei confronti del Fornitore o dei suoi incaricati (Erfüllungsgehilfen), o qualsiasi altro reclamo diverso da quello di cui all'art. VIII, risultante da un difetto di qualità, è escluso. 

IX. Diritti di proprietà industriale e copyright; difetti nel titolo di proprietà

1. Salvo diverso accordo, il Fornitore svolgerà i propri servizi contrattuali esenti da diritti di proprietà industriale di terzi e di copyright (in seguito denominati: Diritti di PI) solo nel paese del luogo di destinazione. Se un terzo rivendica legittime richieste nei confronti dell'Acquirente in base a una violazione dei Diritti di PI per ciò che concerne servizi eseguiti dal Fornitore e utilizzati in conformità al contratto, il Fornitore è responsabile per l'Acquirente come segue entro il termine di cui all'art. VIII n. 2:

a) Il Fornitore, a propria discrezione e a proprie spese, acquisisce una licenza per utilizzare le forniture in questione, modificandole in modo che non violino il Diritto di PI, o le sostituisce. Se il Fornitore ritenesse ciò irragionevole, l'Acquirente può revocare il contratto o ridurre la commissione in conformità alle norme statutarie.

b) La responsabilità del Fornitore di pagare i danni è disciplinata dall'art. XI.

c) Gli obblighi sopra indicati del Fornitore si applicano solo se l'Acquirente informa il Fornitore di richieste esercitate da terzi con tempestività per iscritto, se non riconosce alcuna infrazione e lascia qualsiasi misura di difesa e di mediazione a discrezione del Fornitore. Se l'Acquirente cessa di utilizzare le forniture al fine di limitare i danni o per qualsiasi altra ragione significativa, è obbligato a indicare al terzo in causa che l'interruzione dell'utilizzo non dimostra in alcun modo il riconoscimento della violazione.

2. I reclami dell'Acquirente saranno esclusi se l'Acquirente è responsabile per la violazione di un Diritto di PI.

3. I reclami dell'Acquirente sono altresì esclusi se la violazione del Diritto di PI è causata da caratteristiche specificate dall'Acquirente, da un tipo di utilizzo non prevedibile da parte del Fornitore o dalla consegna modificata dall'Acquirente o dall’utilizzo con prodotti non forniti dal Fornitore.

4. Così facendo, Il Fornitore mantiene integralmente i diritti di proprietà e/o i copyright relativi all'utilizzo dei preventivi, dei disegni, dei manuali e altri documenti (in seguito denominati: “Documenti”). I Documenti non saranno resi accessibili a terzi senza il consenso del Fornitore e, su richiesta, saranno restituiti tempestivamente al Fornitore se il contratto non è stato conferito al Fornitore. I commi 1 e 2 si applicano, di conseguenza, ai Documenti dell'Acquirente; tuttavia, possono essere resi accessibili ai terzi cui il Fornitore ha legittimamente trasferito le forniture.

5. L'Acquirente avrà il diritto non esclusivo di utilizzare il software fornito dal Fornitore, a condizione che il software rimanga inalterato, sia utilizzato nell'ambito parametri di esecuzione concordati e sull'attrezzatura convenuta. L'Acquirente può effettuare due copie di backup senza un accordo esplicito.

6. Fermo restando quanto sopra riportato, le disposizioni dell'art. VIII n. 4, 5 e 9, per quanto riguarda i diritti contemplati dell'Acquirente ai sensi del n. 1 a), si applicano di conseguenza in caso di violazione di un Diritto di PI.

7. Qualora si verifichino altri difetti nel titolo di proprietà, le disposizioni dell'art. VIII si applicano di conseguenza.

8. Qualsiasi altro reclamo dell'Acquirente nei confronti del Fornitore o dei suoi incaricati (Erfüllungsgehilfen), o qualsiasi altro reclamo diverso da quello di cui all'art. IX, derivante da un difetto nel titolo di proprietà, è escluso. 


X. Impossibilità di fornire una prestazione, adeguamento del contratto

1. Laddove la consegna non fosse possibile, l'Acquirente avrà il diritto a chiedere i danni, a meno che il Fornitore non sia responsabile dell'impossibilità. La richiesta di risarcimento dell'Acquirente è comunque limitata ad un importo del 10% del valore di quella parte della consegna che, a causa dell'impossibilità, non può essere destinata all'uso previsto. Questa limitazione non si applica nel caso di responsabilità obbligatoria basata su un’intenzione, su negligenza grave, morte, lesioni personali o danni alla salute; ciò non deve comportare una modifica dell'onere della prova a scapito dell'Acquirente. Il diritto dell'Acquirente di rescindere il contratto resta inalterato.

2. Laddove eventi imprevedibili ai sensi dell'art. IV n. 2 modifichino sostanzialmente la base economica o il contenuto della prestazione contrattuale o influenzino notevolmente l'attività del Fornitore, il contratto deve essere ragionevolmente adeguato tenendo conto dei principi di buona fede. Se ciò è economicamente irragionevole, il Fornitore avrà il diritto di rescindere il contratto. Se il Fornitore intende esercitare il suo diritto di rescissione, deve informare l'Acquirente entro tre settimane da quando è venuto a conoscenza dell'evento. Se l'Acquirente non effettua tale dichiarazione entro questo periodo perderà il suo diritto di rescissione. 

XI. Altre richieste di danni

1. La responsabilità del Fornitore per danni, indipendentemente dalla base giuridica di tale responsabilità, si applica solo in caso di condotta volontariamente o gravemente negligente. In caso di negligenza semplice (einfache Fahrlässigkeit), il Fornitore è responsabile solo per i danni derivanti da morte, lesioni personali o danni alla salute o per danni derivanti dalla violazione di un obbligo contrattuale fondamentale (wesentliche Vertragspflicht) (obbligo la cui realizzazione rende possibile, in primo luogo, la corretta esecuzione del contratto, che in genere un partner contrattuale rispetta e su cui ha il diritto di fare affidamento); in questo caso, tuttavia, la responsabilità del Fornitore è limitata al rimborso di danni prevedibili e tipici.

2. Le limitazioni di responsabilità di cui al comma 1 non si applicano nel caso in cui il Fornitore abbia coscientemente (arglistig) nascosto un difetto o abbia fornito una garanzia riguardo la natura e la qualità delle Merci. La garanzia del produttore non forma parte della garanzia fornita dal Fornitore. Il comma 1 si applica pertanto ai reclami dell'Acquirente derivanti dalla Legge Tedesca sulla Responsabilità sui Prodotti (Produkthaftungsgesetz).

3. Nella misura in cui l'Acquirente abbia validi diritti a presentare richieste di danni ai sensi dell'art. XI, tali reclami diverranno prescritti alla scadenza del termine di prescrizione applicabile ai difetti di qualità ai sensi dell'art. VIII n. 2. In caso di reclami per danni ai sensi della Legge Tedesca sulla Responsabilità sui Prodotti, si applicano le disposizioni legali relative ai periodi di prescrizione. 

XII. Foro competente e norme applicabili

1. Se l'Acquirente è un commerciante (Kaufmann), un soggetto giuridico di diritto pubblico (juristische Person des öffentlichen Rechts) o una società di diritto pubblico (öffentlichrechtliches Sondervermögen), l'unica sede per tutte le controversie derivanti direttamente o indirettamente o in connessione con il contratto è il luogo di attività del Fornitore. Tuttavia, il Fornitore può anche promuovere un'azione legale nella sede giurisdizionale generale dell'Acquirente.

2. Le relazioni giuridiche esistenti in relazione a questo contratto sono disciplinate dal diritto sostanziale tedesco, ad esclusione della Convenzione delle Nazioni Unite sui Contratti per la Vendita Internazionale di Beni Mobili (CISG). I requisiti e gli effetti della clausola di riserva di proprietà sopra concordati sono disciplinati dalla legge applicabile nel luogo di stoccaggio delle Merci nella misura in cui la scelta in favore del diritto tedesco sia illegale o invalida ai sensi della rispettiva legge.

3. In caso di differenze nell'interpretazione delle presenti GTCS, si applica la versione in lingua tedesca. 

back to top